La pandemia sta digitalizzando gli acquisti B2B, è il momento di digitalizzare anche i pagamenti

Data di pubblicazione 7 apr, 2021

Avanza la digitalizzazione nel mondo corporate

Uffici chiusi, blocco delle trasferte, supply chain completamente destabilizzate… con la pandemia nel mondo aziendale quasi nulla è rimasto indenne. Il cambiamento più apprezzabile al momento è la crescente digitalizzazione.

L'adozione di tecnologie e servizi virtuali era già in atto, ma ora più che mai sta accelerando a grande velocità. Una ricerca internazionale condotta da McKinsey ha rilevato che a luglio 2020 il 58% delle relazioni delle aziende con i loro clienti sono state digitali, contro il 36% di solo sette mesi prima.

Grafico_1

Il cambiamento è facile da capire. Quando i clienti, le persone, i servizi non si possono più incontrare realmente, si devono connettere virtualmente. Per citare l’azienda di consulenza BDO è: “go digital o go dark".

Spendere meglio - non meno

La pandemia e la digitalizzazione stanno impattando sicuramente le relazioni e interazioni con l’esterno. Ma quali sono gli impatti per quanto concerne i processi interni? AirPlus è un fornitore specializzato per il mondo B2B, per questo abbiamo condotto un’indagine a livello europeo su 238 responsabili acquisti aziendali per comprendere le loro priorità in ambito procurement, a seguito della pandemia.*

Queste sono, nell'ordine, le 4 priorità che sono emerse:

  • Automazione dei processi
  • Miglior controllo
  • Riduzione dei costi
  • Ottimizzazione del capitale circolante
Questi risultati ci danno un primo segnale importante. Tramite l’automazione dei processi e la ricerca di un maggior controllo della spesa le aziende puntano innanzitutto sulla efficienza di processo che significa e porta poi anche ad una efficienza finanziaria.
Sono tempi difficili, ma le aziende non vogliono per forza e tout court tagliare dei costi: cercano innanzitutto di spendere meglio. Massimizzare l’automazione di processo e il controllo sulla spesa tramite la digitalizzazione può portare a forti risparmi, prima di ridurre drasticamente la spesa.
 

Pagamenti efficienti, processi efficienti

L'introduzione di una maggiore automazione nei processi aziendali, così come di una maggior trasparenza e quindi efficienza negli acquisti dipende anche dai giusti sistemi di pagamento. Qui è dove entrano in gioco le Virtual Cards Procurement. La loro accettazione è quella del circuito Mastercad. Si crea una carta all’occorrenza: un processo molto semplice, che fornisce dati e informazioni più precise e può essere predisposto anche per pagamenti ricorrenti. Essendo uno strumento di credito, Virtual Cards Procurement contribuisce poi anche al miglioramento dei flussi di cassa e alla ottimizzazione del capitale circolante.

Acquistare servizi digitali

Non sta cambiando solo il come le aziende acquistano, ma anche il cosa acquistano. Pensate ad esempio ai servizi IT e cloud e all’accelerazione avuta con la pandemia. Fornitori di tool di collaborazione virtuale come Zoom e Microsoft Teams sono in cima alla lista.
 
Un esempio è la rapida crescita dei training online, che stanno moltiplicandosi in quanto le aziende, in mancanza della possibilità di corsi in presenza, desiderano mantenere i collaboratori motivati e aggiornati attraverso corsi di e-learning professionali. Il coaching virtuale sta diventando sempre più importante nel formare i dipendenti, nell’accrescere le loro competenze e nel supportarli nell’affrontare le nuove modalità di lavoro digitale. E i tool per il digital learning sono ugualmente diventati molto più sofisticati.
 
Con il crescere degli acquisti digitali diventa strategico anche acquistarli e pagarli digitalmente e, sulla base della nostra ricerca, le aziende sono predisposte anche a questo. Abbiamo chiesto, infatti, di elencare i servizi per i quali utilizzano già o utilizzerebbero le soluzioni di pagamento virtuali. Tutte queste categorie sono acquisti che già vengono effettuati o che possono essere effettuati con le carte di credito virtuali, ecco cosa ci hanno detto le aziende intervistate:

Per quale tipologia di spese

 
Molte di queste voci, come i servizi IT e cloud, la fornitura di servizi di elettricità e altre utenze, sono solitamente acquisti ricorrenti, che possono essere predisposti una volta per tutte tramite Virtual Cards. Più si riescono ad automatizzare i pagamenti, maggiore è l’efficienza che si raggiunge.
 
Nell’articolo precedente abbiamo già visto come anche la pubblicità stia diventando sempre più digitale, permettendo un’analisi dettagliata del ROI. Se si acquistano gli ads online con le Virtual Cards, questo strumento di pagamento fornisce un’ulteriore mole di informazioni. In cosa si concretizza tutto questo? Più dati, più controllo, più risparmi.
 
Ugualmente i servizi assicurativi sono forse il settore che si è maggiormente digitalizzato negli ultimi anni. Le Virtual Cards sono la perfetta soluzione di pagamento FinTech per l’ InsurTech. Le aziende possono pagare in modo efficiente le proprie polizze assicurative tramite Virtual Cards. Allo stesso tempo i broker e le piattaforme assicurative online possono utilizzare Virtual Cards per pagare direttamente i loro stessi fornitori, quali ad esempio singole polizze, servizi di assistenza medica e altro ancora, guadagnando così in giorni di valuta e liquidità.
 

I prossimi 5 passi per digitalizzare i vostri pagamenti B2B:

La nostra indagine ha evidenziato l’evoluzione e alcune delle sfide che le aziende stanno affrontando quanto ad acquisti B2B. Si evince anche come il mercato sia sufficientemente maturo e si sia compreso come le carte di credito virtuali possano supportare questa trasformazione.

Ma come arrivarci? Ecco 5 semplici passaggi da intraprendere verso l’adozione di Virtual Cards Procurement:

  • Passate in rassegna gli acquisti indiretti di beni e servizi della vostra azienda e analizzate se già li state acquistando tramite soluzioni di pagamento digitali.
  • Analizzate i vostri attuali metodi di pagamento. Quali e quanti sono? Contribuiscono ad ottimizzare il processo aziendale, il capitale circolante, il monitoraggio della spesa, vi forniscono dati e informazioni?
  • Fissate degli obiettivi da raggiungere tramite i sistemi di pagamento: quali sono i KPI che i pagamenti possono contribuire a raggiungere? Come le Virtual Cards possono migliorare il vostro processo di digitalizzazione degli acquisti B2B?
  • Identificate i dati che vi servono nel vostro processo procure-to-pay (centro di costo, dipartimento, fornitore, beni acquistati…)
  • Rivolgetevi ad AirPlus per Virtual Cards Procurement, siamo i pionieri del virtual payment. Vantiamo una lunga esperienza e capacità nel supportare le aziende a ripensare le proprie strategie legate al payment e ad implementare soluzioni che forniscano loro dati, reportistica e le supportino nella trasformazione digitale.
 * 238 figure professionali aziendali in Francia, Germania, Svizzera, Italia e Olanda hanno partecipato a questa indagine a Novembre 2020.
 

1287x438 copy-1

Temi:
Pagamenti B2B

Flavia Trezzini

Scritto da Flavia Trezzini

Marketing & Communication Manager AirPlus Italy